Il corredino del tuo bebè

La nascita di un bambino è sempre un evento emozionante, anche dal punto di vista dei preparativi pre-parto. Acquistare, o ricevere, vestitini ed accessori per il suo primo utilizzo, è un momento di autentica gioia, ed allo stesso tempo una necessità impellente. A partire dal sesto mese di gravidanza, infatti, è opportuno iniziare a pensare al corredino del piccolo, dal necessaire per la culla al beauty case. Fra gli acquisti che caratterizzano il corredino, merita particolare importanza la scelta dell’abbigliamento, che deve rigorosamente essere di ottima qualità. La pelle dei bambini, infatti, è estremamente delicata, e va tutelata con l’utilizzo di tessuti freschi, come il cotone puro ed il lino (entrambi traspiranti e rispettosi della pelle), o tessuti di derivazione biologica, per evitare incresciose irritazioni cutanee ed allergie. Vediamo nello specifico quali capi scegliere, quali non possono mancare assolutamente, e la biancheria da prediligere.
neonati

Solitamente, nel cassetto del bebè ritroviamo la biancheria intima, ovvero le magliette ed i body in cotone, caldo cotone, o cotone dentro e lana fuori. Il loro utilizzo è necessario, in quanto garantisce una protezione basilare per il corpo del piccolo, sia in estate che in inverno. Della stessa categoria fanno parte i calzini in cotone, ideali in ogni periodo dell’anno, e quelli in lana anallergica, indicati soprattutto in inverno, per proteggere dal freddo i piedini del piccolo. Immancabili anche i cappellini, per preservare il capo; le bavette, da acquistare in abbondanza, visti i rigurgiti continui dei neonati; i pigiamini e l’accappatoio. Come da tradizione, nel corredino ritroviamo anche la camicina della fortuna, solitamente in seta, da far indossare al piccolo appena nato, sotto il body o la maglietta. A parte la biancheria intima, i capi che non possono mancare sono le tutine da neonato, o pagliaccetti, le magliette e le ghettine, i golfini, le copertine, ed il comodo eskimo in inverno. Le tutine, in base alla stagione della nascita, possono essere in cotone, filo di scozia, ciniglia o cotone felpato. Molto pratiche quelle con bottoncini alle gambe, per un’apertura facile, e per evitare di lasciare scoperte le spalle del piccolo. I golfini sono indicati per coprire il bambino durante gli spostamenti in ambiente esterno. Le copertine, in filo o lana anallergica, sono immancabili nel corredino, per avvolgere il bimbo quando si prende in braccio, e tutte le volte che si cambia ambiente.

Cosa scegliere tra seggiolino da tavolo o alzasedia.

I dilemmi, quando si parla di bambini e di accessori per neonati, sono tanti. Superate le prime tappe, arriva il momento delle prime pappe, e quindi del seggiolone.

A casa, oppure fuori, è meglio il seggiolino da tavolo oppure l’alzasedia? Qual è il più sicuro? E soprattutto: quale utilizzerete di più nel tempo?

Ne esistono alcuni che crescono insieme al vostro bambino, passando da seggiolone, poi sedia alta a infine sedia.

I pro e i contro sono tanti. Di sicurezza per l’alzasedia, specie se il vostro bambino ha la tendenza a “fuggire” mentre mangia, e di ingombro per il seggiolino. Inoltre, andando a cena fuori casa, può succedere che non siano compatibili con il piano del tavolo. Il consiglio comunque è di partire fin da subito, quando il piccolo inizia lo svezzamento e inizia a stare seduto da solo.

L’alzasedia.

L’alzasedia di solito viene utilizzato da bambini un po’ più grandicelli. Molto utile, specie quando si va a cena fuori. Infatti, spesso e volentieri, i tavoli dei ristoranti sono molto leggeri e applicando il peso di un seggiolino si rischiano pericolose impennate. Inoltre, sono adattabili alla maggior parte delle sedie. Risulta infatti essere comodissima e regolabile in altezza, su qualunque sedia.

Il seggiolino da tavolo.

E’ importante che abbia alcune caratteristiche, ovvero che sia richiudibile e portatile, per tutte le occasioni fuori casa. Fai però attenzione che sia adatto al peso e all’età del tuo bambino. Controlla i limiti di peso, prima di acquistarlo.

Se vuoi provare a risparmiare un po’, prova a dare un’occhiata ai siti specializzati che si occupano della vendita seggiolini da tavolo online.

Quali caratteristiche deve avere il seggiolino da tavolo.

E’ importante che abbia cinture di bloccaggio, un ripiano regolabile, un vassoio removibile e lavabile, perché il vostro bimbo si divertirà un mondo a lanciare cibo ovunque. Inoltre, che la seduta e lo schienale siano regolabili, una cintura di ritenuta, uno spartigambe e un’imbottitura lavabile.

E voi, cosa consigliate?