0

Bambini alla moda e felici

Se, fino a qualche anno fa, vestirsi alla moda era una priorità riservata agli adulti, con il passare del tempo anche i più piccoli hanno iniziato a dimostrare di avere le idee chiare sull’abbigliamento da indossare, a scuola e nel tempo libero. La precocità nel campo della moda ha portato non solo alla nascita di negozi d’abbigliamento in molti centri urbani, ma ha anche visto sorgere di diversi siti specializzati nella vendita online di vestiti per bambini. È sufficiente accedere ad uno degli e-shop esistenti per trovare con facilità il proprio brand preferito, oppure per acquistare al prezzo desiderato. Questo mercato ha diversi innegabili vantaggi. Innanzitutto, optando per lo shopping online è possibile portare a termine l’operazione comodamente dalla propria abitazione, senza essere sottoposti all’inevitabile stress che comporta il doversi recare in diversi negozi reali, tra traffico, code davanti ai camerini e alle casse, e difficoltà nel trovare le taglie.

È sufficiente selezionare dal proprio Pc la marca preferita, il capo di abbigliamento desiderato, la taglia e la modalità di pagamento. Nella maggior parte dei casi l’ordine viene mandato avanti il giorno stesso o, comunque, entro pochissimi giorni, ricevendo quanto ordinato direttamente a casa, tramite corriere. Tornando alle modalità di pagamento disponibili, se i negozi online inizialmente ammettevano solamente la carta di credito, attualmente è possibile scegliere tra diverse soluzioni, inclusi bonifico, pagamento in contrassegno e Paypal. Inoltre, la concorrenza tra i diversi e-shop dedicati alla moda ha portato questi ultimi ad effettuare numerose promozioni a tempo, attraverso le quali i clienti possono usufruire di sconti particolarmente allettanti, risparmiando cifre importanti. Un aspetto che merita di essere sottolineato, è il fatto che sono sempre di più i marchi famosi ad aver scelto la strada della vendita online. Ormai, dal punto di vista della qualità i negozi d’abbigliamento in rete non hanno nulla da invidiare alle boutique. È possibile trovare, in ogni momento, capi perfettamente rifiniti; i vestiti in cotone, ad esempio, una volta ricevuti a casa sono in grado di sorprendere in virtù della loro morbidezza. Infine, viene dedicata una sempre maggiore attenzione, da parte degli stessi negozi che vendono online abbigliamento per bambini, all’aggiornamento della merce, per seguire le ultime tendenze del mercato.

0

Bimbe alla moda ecco alcuni consigli

Le nuove tendenze moda bimba vengono come ogni anno presentate a Pitti Bimbo 81, il salone internazionale dell’abbigliamento per bambini. La primavera è iniziata ormai da qualche settimana, i primi tepori si fanno sentire ed è quindi ora di togliere il cappottino alla bimba e di dare uno sguardo ai nuovi trend della moda primavera estate 2016, sia per quanto riguarda i modelli, che i colori ed i tessuti.

Le mamme dall’animo romantico e fantasioso saranno accontentate anche quest’anno, vista la quantità di tulle, organza e pizzo che si è vista sulle passerelle: per essere alla moda in questa stagione primavera estate 2016, le bimbe devono però abbinare a vestitini di pizzo o a gonne in organza qualcosa che crei contrasto. E quindi via a gonne in tulle abbinate ad un paio di sneakers oppure a vestitini romantici abbinate ad un paio di slip on. Slip on, sneakers, sandali e ballerine sono le scarpe must have della stagione, ma non semplicemente colorate, bensì con stampe a cuoricini, a fiori oppure a pois: il trend della stagione dei vestiti da bambina le vuole inoltre brillanti, con glittex e lurex applicati sulle stampe. I colori della prossima stagione primavera estate 2016 sono molto vivaci ed intensi: si va dal rosa al giallo, dal turchese al blu, ma anche il bianco si è visto parecchio. Cotone, denim, pizzo, organza e cotone elasticizzato, i tessuti che vanno per la maggiore. Come per le scarpe, anche per gonne, giacche, vestitini e pantaloni, il nuovo trend sono le stampe: floreali, ma soprattutto golose, quindi spazio a fragole, a ciliegie ed ai gelati. Non mancano le righe ed i pois, soprattutto sui vestitini interi e sulle magliette.
Vediamo allora qualche capo in dettaglio: Benetton propone una carinissima minigonna blu con stampa a fiorellini rosa, da abbinare ad un collant colorato e ad un paio di sneakers in primavera o alle gambe nude ed ai sandali brillanti d’estate. La mattina in primavera fa ancora piuttosto fresco, quindi OVS propone un leggero piumino bianco a grandi pois colorati. L’impermeabile fa sempre comodo, anche d’estate e Kiabi lo propone di un bel colore rosa molto vivo con stampe a fiorellini bianchi e neri. Davvero molto trendy la camicia in cotone bianco a stampe con cuoricini rossi e blu che propone Du Pareil Au Meme: adatta sia da portare sotto un golfino nelle giornate fresche, ma anche da sola quando fa più caldo. Jeans in cotone elasticizzato con stampe a forma di gattini bianchi, vestitini interi a grandi righe bianche e blu e t-shirt molto colorate con stampe golose: per vestire le bimbe alla moda in questa primavera estate 2016, le mamme non hanno che l’imbarazzo della scelta.
0

Il corredino del tuo bebè

La nascita di un bambino è sempre un evento emozionante, anche dal punto di vista dei preparativi pre-parto. Acquistare, o ricevere, vestitini ed accessori per il suo primo utilizzo, è un momento di autentica gioia, ed allo stesso tempo una necessità impellente. A partire dal sesto mese di gravidanza, infatti, è opportuno iniziare a pensare al corredino del piccolo, dal necessaire per la culla al beauty case. Fra gli acquisti che caratterizzano il corredino, merita particolare importanza la scelta dell’abbigliamento, che deve rigorosamente essere di ottima qualità. La pelle dei bambini, infatti, è estremamente delicata, e va tutelata con l’utilizzo di tessuti freschi, come il cotone puro ed il lino (entrambi traspiranti e rispettosi della pelle), o tessuti di derivazione biologica, per evitare incresciose irritazioni cutanee ed allergie. Vediamo nello specifico quali capi scegliere, quali non possono mancare assolutamente, e la biancheria da prediligere.
neonati

Solitamente, nel cassetto del bebè ritroviamo la biancheria intima, ovvero le magliette ed i body in cotone, caldo cotone, o cotone dentro e lana fuori. Il loro utilizzo è necessario, in quanto garantisce una protezione basilare per il corpo del piccolo, sia in estate che in inverno. Della stessa categoria fanno parte i calzini in cotone, ideali in ogni periodo dell’anno, e quelli in lana anallergica, indicati soprattutto in inverno, per proteggere dal freddo i piedini del piccolo. Immancabili anche i cappellini, per preservare il capo; le bavette, da acquistare in abbondanza, visti i rigurgiti continui dei neonati; i pigiamini e l’accappatoio. Come da tradizione, nel corredino ritroviamo anche la camicina della fortuna, solitamente in seta, da far indossare al piccolo appena nato, sotto il body o la maglietta. A parte la biancheria intima, i capi che non possono mancare sono le tutine da neonato, o pagliaccetti, le magliette e le ghettine, i golfini, le copertine, ed il comodo eskimo in inverno. Le tutine, in base alla stagione della nascita, possono essere in cotone, filo di scozia, ciniglia o cotone felpato. Molto pratiche quelle con bottoncini alle gambe, per un’apertura facile, e per evitare di lasciare scoperte le spalle del piccolo. I golfini sono indicati per coprire il bambino durante gli spostamenti in ambiente esterno. Le copertine, in filo o lana anallergica, sono immancabili nel corredino, per avvolgere il bimbo quando si prende in braccio, e tutte le volte che si cambia ambiente.

0

Cosa scegliere tra seggiolino da tavolo o alzasedia.

I dilemmi, quando si parla di bambini e di accessori per neonati, sono tanti. Superate le prime tappe, arriva il momento delle prime pappe, e quindi del seggiolone.

A casa, oppure fuori, è meglio il seggiolino da tavolo oppure l’alzasedia? Qual è il più sicuro? E soprattutto: quale utilizzerete di più nel tempo?

Ne esistono alcuni che crescono insieme al vostro bambino, passando da seggiolone, poi sedia alta a infine sedia.

I pro e i contro sono tanti. Di sicurezza per l’alzasedia, specie se il vostro bambino ha la tendenza a “fuggire” mentre mangia, e di ingombro per il seggiolino. Inoltre, andando a cena fuori casa, può succedere che non siano compatibili con il piano del tavolo. Il consiglio comunque è di partire fin da subito, quando il piccolo inizia lo svezzamento e inizia a stare seduto da solo.

L’alzasedia.

L’alzasedia di solito viene utilizzato da bambini un po’ più grandicelli. Molto utile, specie quando si va a cena fuori. Infatti, spesso e volentieri, i tavoli dei ristoranti sono molto leggeri e applicando il peso di un seggiolino si rischiano pericolose impennate. Inoltre, sono adattabili alla maggior parte delle sedie. Risulta infatti essere comodissima e regolabile in altezza, su qualunque sedia.

Il seggiolino da tavolo.

E’ importante che abbia alcune caratteristiche, ovvero che sia richiudibile e portatile, per tutte le occasioni fuori casa. Fai però attenzione che sia adatto al peso e all’età del tuo bambino. Controlla i limiti di peso, prima di acquistarlo.

Se vuoi provare a risparmiare un po’, prova a dare un’occhiata ai siti specializzati che si occupano della vendita seggiolini da tavolo online.

Quali caratteristiche deve avere il seggiolino da tavolo.

E’ importante che abbia cinture di bloccaggio, un ripiano regolabile, un vassoio removibile e lavabile, perché il vostro bimbo si divertirà un mondo a lanciare cibo ovunque. Inoltre, che la seduta e lo schienale siano regolabili, una cintura di ritenuta, uno spartigambe e un’imbottitura lavabile.

E voi, cosa consigliate?

0

Il bagnetto, quando e come farlo.

Il bagnetto di un neonato è un momento molto importante, sia per il bimbo che per i genitori. Oltre alla ovvia funzione igienica, il vostro piccolo potrà rilassarsi, mentre mamma e papà entreranno in maggiore intimità con lui. Si tratta infatti di un momento quotidiano di coccole durante il quale il bambino rivivrà la sensazione di essere immerso nel liquido amniotico che lo ha accolto per nove mesi. I genitori invece potranno fargli sentire la loro vicinanza e tutto il loro amore.

Ci sono però alcune regole da tenere a mente, affinché tutto si svolga nel migliore dei modi.

Quando si può fare il primo bagnetto?

Anche nei primissimi giorni dopo la nascita. E’ consigliato aspettare la caduta dell’ultimo pezzetto di cordone ombelicale per evitare che si bagni tardando l’essiccamento. Prima di allora potrete lavarlo con una spugna morbida, imbevuta di acqua tiepida.

Che temperatura deve avere l’acqua?

La temperatura deve essere di 37°, simile a quella del corpo. Le nostre mamme la misuravano con il gomito, invece oggi ci sono a disposizione moderni termometri che vi permetteranno di misurarla alla perfezione. Infine, quando sarà pronta, sciogliete in acqua un detergente specifico. Anche la temperatura della stanza è importante, deve essere calda e confortevole.

Qual è l’ora migliore?

Il momento migliore è la sera, prima di cena. L’importante è che sia un momento gradevole, in cui anche la mamma è rilassata e non di fretta. Il consiglio è di farlo lontano dai pasti, per evitare che interferisca con la digestione. Inoltre, ricordate che il bagnetto ha un effetto rilassante che concilia il sonno del piccolo.

Cosa vi servirà.

E’ meglio utilizzare una vaschetta o una piccola bacinella, che consenta di immergere il bimbo fino alle spalle. Per il lavaggio non vi serviranno né spugne né manopole. Saranno sufficienti le vostre mani. Infine, procuratevi un accappatoio da bagnetto, per asciugare il vostro piccolo. Tamponatelo, senza strofinarlo.

Come lavarlo.

Tenetelo con un braccio e lavatelo con la mano libera. Una volta preparato l’occorrente, immergete il bambino in acqua, facendo passare il proprio braccio sinistro dietro le spalle del neonato e tenetelo per l’ascella. Il bimbo appoggerà la testa sul vostro avambraccio.

Quando sarà un po’ più grandino, attorno ai tre mesi, potrete utilizzare qualche giochino per farlo divertire.

La durata del bagnetto sarà a vostra discrezione, finché il bambino mostra di gradirlo. L’unica avvertenza è di controllare che l’acqua sia sempre della giusta temperatura.

Il vostro piccolo si divertirà durante il momento del bagnetto. Se invece al contrario, si mette a piangere o si irrigidisce, probabilmente significa che avverte qualche elemento di disagio, temperatura, schizzi o poca sicurezza da parte vostra. Trovate la causa e vedrete che con il tempo migliorerà.

Dopo il bagnetto.

Asciugatelo con cura con l’accappatoio da bagnetto, tamponando la pelle e facendo attenzione alle pieghe cutanee che non dovranno essere umide, perché possono irritarsi facilmente. Per asciugare le orecchie e altre parti delicate, usate un fazzoletto, da passare nel padiglione e non nel condotto. In inverno potrete appoggiare l’accappatoio da bagnetto qualche minuto sul termosifone, prima di avvolgerlo attorno al piccolo. Sarà una piacevole e calda coccola, per lui.

tutina-neonato

Usate la crema idratante solo se il vostro bambino ha la pelle molto secca, previo consulto con il pediatra che vi consiglierà il prodotto migliore.

Qualunque tipologia di pomata, anche quella da eritema da pannolino, va utilizzata solo su consiglio del pediatra. Se però volete fare un massaggio rilassante al vostro bambino potrete usare un po’ di olio di mandorle dolci.

0

Come far mangiare la verdura ai bambini

Far mangiare la verdura ai nostri bambini è sempre un’impresa da super mamme. Fortunatamente per i miei bambini io sono una super mamma che non solo ha super poteri ma si informa e si lascia aiutare da tutti i blog di cucina e abbigliamento bambini che danno molti spunti interessanti. La mia missione è rendere la verdura affascinante, stuzzicante, curiosa…così da entrare nei cibi preferiti dei bambini. Ho cominciato con una verdura “semplice”, dal sapore delicato e dalla consistenza morbidissima: i piselli. La mia idea era quella di abbinarli a qualcosa che i bambini amano, il pollo. Carne bianca, semplice e leggera da digerire è una delle carni che i bambini amano di più mangiare sopratutto se si crea una ricetta che non lo faccia diventare troppo secco . La mia ricetta prova ha visto lo sposalizio di questi due alimenti che hanno riscosso non poco successo. Ho cominciato marinando il bocconcini di petto di pollo con il latte, uno yogurt bianco magro e il sale e un cucchiaino di miele, anche dalla sera prima. Nel frattempo in una casseruola ho fatto soffriggere la cipolla tagliata a pezze piccolissimi, quasi tritata, con 2 cucchiaini di olio. Si aggiungono i piselli, vanno bene quelli surgelati, meglio naturalmente quelli freschi, ma ci adeguiamo ai tempi delle mamme che lavorano. Ho messo, una volta appassiti i piselli, i cubetti di prosciutto un bicchiere di brodo vegetale, bastano una carota, una zucchina e un pomodoro. Io non amo salate e pepare troppo per i bambini, ma per i grandi si ci più sbizzarrire. Una volta inteneriti i piselli si aggiungono i bocconcini di pollo nella stessa padella, aggiungete ancora un po di brodo se risulta troppo secco, e servite quando il pollo si colora. Ho servito il secondo in bei cocci bianchi e i miei figli hanno gradito molto…ringraziando Aliko Abbigliamento, il sito di abbigliamento bambine che con i suoi post su Facebook mi da sempre spunti nuovi, se provate fatemi sapere!!!

pollo-piselli-aliko

0

L’alimentazione giusta per l’esposizione al sole

Sta arrivando l’estate e, anche se per adesso il freddo continua ad imperversare, il sole arriverà spesso a scaldare i nostri visi…o a bruciarli! Ritorna il dilemma estivo: mi espongo o no? Quando si tratta noi nostri piccoli non ci sono dubbi: proteggere e prevenire! La prevenzione è la parte del lavoro più difficile, ma anche quella che ha maggiore durata e efficacia nel tempo, in questo caso la prevenzione riguarda l’alimentazione che facciamo e il tipo di abbigliamento bambini che decidiamo di adoperare. La maggior parte delle vitamine che ci servono per rafforzare la nostra pelle contro i raggi troppo violenti per il sole si trovano in alcuni alimenti che adesso di virò. La vitamina D è quella da ricercare. Nonostante sia consigliata un’esposizione ai raggi solari di circa 20 minuti al giorno di mani e viso, molte persone presentano carenze di questa vitamina , è importante quindi esporti al sole in alcuni orari specifici, in particolar modo se portiamo al mare bambini e neonati: gli orari migliori sono la mattina presto fino alle 10 e il pomeriggio dopo le 17…sono anche i momenti in cui la spiaggia è più tranquilla così che i bambini possono giocare in completa libertà senza dai fastidio a chi va in spiaggia per dormire…Tra gli alimenti possiamo iniziare da quelli ricchi del famoso beta-carotene che agisce nel nostro organismo  svolgendo un’azione prevalentemente antiossidante e trasformandosi in vitamina A, preziosa vitamina per la vista e per proteggere la pelle dall’invecchiamento. Ne sono certamente ricchi frutta e verdura come: le albicocche, i cachi, i meloni, le pesche, le arance, l’avocado, le carote, i pomodori, la zucca gialla, i peperoni rossi ma anche verdure a foglia verde come gli spinaci, i broccoli, le rape e la cicoria. È contenuto infine in altri alimenti di colore giallo come il mais e la curcuma. Anche grazie ai cereali possiamo proteggerci, come con il miglio che, oltre alla pelle, rinforza anche le unghie ed i capelli, il  grano integrale, sotto forma di pane con lievito madre, germogli, come chicco nelle zuppe invernali e nelle insalate fredde…

cicerchia_castelluccio

 

0

Le novità della moda neonato: da Gucci a Disney

Le novità del mondo dell’ abbigliamento neonato sono sempre dietro l’ angolo. Ad oggi tutte le più grandi marche di abbigliamento per i più piccini hanno elaborato al loro interno delle collezioni per vestire anche i più piccini. Non si tratta così solo di semplici tutine per neonato o di vestitini come siamo soliti essere abituati a vedere, si tratta dei veri e propri capolavori di arte stilistica e tessile. Se pensiamo ad esempio ad un marchio come Gucci per esempio non possiamo di certo pensare ad un capo semplice e poco costoso. Ebbene anche questo marchio così di alta moda ha pensato ai più piccini proponendo per il prossimo autunno inverno una collezione interamente dedicata all’ abbigliamento bambini. Si tratta di veri e propri piccoli capolavori che quasi quasi fa paura ad far indossare ai piccoli bambini che poi alla fine rischiamo di ritrovare questi capi sporchi o rotti. Un marchio che da sempre fa scintille nel mondo dell’ abbigliamento per i più piccoli è certamente l’ abbigliamento Disney neonato. Il marchio Disney per la moda ha previsto un abbigliamento per un settore abbastanza ampio, si va dall’ abbigliamento dei neonati e delle neonato per arrivare all’ abbigliamento per i bambini e all’ abbigliamento per le bambine e finire con l’ abbigliamento dei teenager e delle teenager. Insomma è uno di quei marchi che non tramonta mai di moda e che si occupa della ricerca di tessuti per tali capi di abbigliamento prettamente per i più piccoli. Tutti adorano i personaggi della Disney che diventano protagonisti sulle magliettine o sui completini dei bambini così da rallegrare tutti gli abbigliamento. In questo modo anche andare a fare shopping con i propri bambini diventa un momento piacevole perché anche per loro c’ è qualcosa di bello da poter scegliere senza sentirsi annoiati dallo shopping.

tutina-neonato

0

Collezioni 2013 per i Neonati: la moda in miniatura

La moda è un mondo in continuo mutamento e cambiamento. Cerca sempre di andare incontro a tutti, grandi e piccini. Per le collezioni moda dell’ abbigliamento neonati 2013, le idee e gli spunti sono a portata di mano per tutti. La moda neonati ci offre l’ opportunità di vestire i nostri bambini facendo attenzione a seguire comunque tutte le mode del momento. Stampe dai colori primaverili, modelli leggeri che ricordano i vestitini d’ altri tempi, tagli semplici ma con un tocco di eleganza che contraddistinguono case di moda di tutto il mondo. Dalle grandi sfilate all’ armadio dei nostri piccoli la prima attenzione va alla comodità e alla qualità dei piccoli abiti, sempre più volentieri le firme più importanti dell’ abbigliamento dei più piccini guardano alla moda dei più grandi per lasciarsi ispirare, e creare così una sorta di miniatura di stile, sia nelle forme che negli accessori. La moda per i più piccini vede protagonisti i colori dell’ estate con una particolare attenzione alla scelta di tessuti che rispettano l’ ambiente e non fanno allergie, proprio come il negozio di abbigliamento on line Aliko Abbigliamento. Uno stile semplice ma simpatico, l’ uso dei dettagli baby sempre indispensabile, caramelle e animali a volontà sulle stampe su sfondi delicati e color pastello.

 

0

Scegliere l’Eco-Chich anche per la moda bimbi

Colori, dettagli luminosi, stringhe e cuciture innovative oggi accolgono nel mondo della moda anche la tendenza ad usare un tipo di tessuto che sia eco, o che si suol dire nel mondo dello stile: Eco – Chich. Questi tessuti segnano una svolta non solo per i capi di abbigliamento di adulti, ma anche, in modo particolare, per l’ abbigliamento bambini e l’ abbigliamento neonati. Quando le mamme vanno a fare shopping non possono non notare la qualità e la semplicità di un capo prodotto con fibre tessili naturali. La fibra tessile è l’ unione degli elementi fibrosi che, per il loro ordine, per la loro dimensione, per la loro robustezza e la loro flessibilità, hanno la capacità di combinarsi, in fili che sono si molto fini ma che sono anche abbastanza tenaci e elastici così da essere adoperati nell’industria tessile e dell’ abbigliamento. Questo tipo di tessuti permette non solo una lavorazione che usa solo tecniche naturali, che magari risalgono a tecniche antiche riprese e riutilizzate, in più permettono un’ utilizzo migliore, in modo particolare se abbiamo a che fare con persone che hanno un’ allergia. I tessuti naturali nell’ abbigliamento bambini, ad esempio, è estremamente importante. Non solo perché permette al bambino una elasticità e un confort nei movimenti, ma anche perché usare abiti composti da tessuto naturale non sviluppa allergie cutanee, così frequenti tra i bambini, in particolare nei neonati. L’ attenzione nell’ acquisto quindi è estremamente importante.

allergia bimbi_166341070_n